vecchi pensieri 59 (Gianfranco Fini: un ossimoro da sciogliere)

Gianfranco Fini: un ossimoro da sciogliere Nel 1983 Gianfranco Fini era the prodigy boy dei parlamentari del Msi-Dn. Giorgio Almirante gli cedette il posto nella circoscrizione dove risultò primo dei non eletti e l’attuale terza carica dello Stato fece il suo ingresso alla Camera dei Deputati ad appena 31 anni. Probabilmente Almirante non arrivò maiContinua a leggere “vecchi pensieri 59 (Gianfranco Fini: un ossimoro da sciogliere)”

vecchi pensieri 51 (L’alba dei nuovi dei)

L’alba dei nuovi dei E’ sintomatica la cartolina precetto inviata il 28 gennaio da I. Bocchino e F. Cicchitto ai deputati del PDL per sollecitare la loro presenza continuativa in aula durante tutta la prossima settimana. L’assunto dei firmatari è che bisogna vincere con ogni mezzo, anche a costo di fare violenza alle altrui convinzioniContinua a leggere “vecchi pensieri 51 (L’alba dei nuovi dei)”

vecchi pensieri 49 (Cul de sac)

Cul de sac Circa due anni fa scrivevamo: “(…) A partire dalla riforma del codice di procedura penale del 1989, fino ad oggi il legislatore non ha fatto altro che offrire cavilli a iosa, per consentire tattiche dilatorie più che per difendersi durante il processo, per allontanare sine die la celebrazione dello stesso (…)”. http://forum.panorama.it/f21/il-far-west-della-giustizia-t5526/Continua a leggere “vecchi pensieri 49 (Cul de sac)”

vecchi pensieri 48 (Geometria di un soave inganno)

Geometria di un soave inganno Ed ecco una nuova sentenza della Corte di Cassazione che si presta, come altre palesemente stridenti con il sentire comune, ad alimentare il disorientamento dei cittadini con aderente strumentalizzazione a discapito dell’intero potere giudiziario. Un uomo è stato penalmente condannato per aver cercato notizie del proprio figlio attraverso una telefonataContinua a leggere “vecchi pensieri 48 (Geometria di un soave inganno)”

vecchi pensieri 47 (Codice d’onore)

Codice d’onore La terapia Brunetta non ha sortito gli effetti reclamizzati dallo stesso Ministro della Funzione Pubblica. Era fin troppo palese che la guerra senza quartiere condotta contro i “fannulloni” con stipendi da mille o poco più euro al mese non avrebbe potuto sanare l’inefficienza della P. A. Tutta nelle mani di inossidabili boiardi diContinua a leggere “vecchi pensieri 47 (Codice d’onore)”

vecchi pensieri 43 (Tana Libera Tutti)

Tana Libera Tutti Sembra che Anna Finocchiaro abbia sbattuto contro il muro della sala stampa di Palazzo Madama il testo del ddl sui processi brevi. Si può anche capire Il gesto plateale contro una norma che di fatto è l’ennesima amnistia, ma non bisogna dimenticare la vocazione bipartisan con cui, negli ultimi anni, la castaContinua a leggere “vecchi pensieri 43 (Tana Libera Tutti)”

vecchi pensieri 42 (L’etica negata)

L’etica negata La dottrina di G.W.F. Hegel caratterizza lo Stato quale incarnazione suprema della moralità sociale e dell’interesse comune. Secondo il pensatore tedesco lo Stato è un organismo superiore alle sue singole entità che, tra l’altro, ha il compito di educare l’individuo; “E’ la sostanza etica consapevole di se, la riunione del principio della famigliaContinua a leggere “vecchi pensieri 42 (L’etica negata)”

vecchi pensieri 41 (La nuova frontiera, oltre puttanopoli, dopo la terra dei trans)

La nuova frontiera, oltre puttanopoli, dopo la terra dei trans “Bisogna fare piena luce sulla vicenda”, è la consueta frase di cui si avvalgono i teatranti della politica in tutti quei casi che richiedono l’intervento della Magistratura. Questa volta è stata pronunciata in occasione della storia che vede in veste di vittima il governatore P.Continua a leggere “vecchi pensieri 41 (La nuova frontiera, oltre puttanopoli, dopo la terra dei trans)”

vecchi pensieri 15 (Impunitas semper ad deteriora invitat)

Impunitas semper ad deteriora invitat “(…) Purtroppo anche nella vita dei partiti molto spesso è difficile individuare, prevenire, tagliare aree infette sia per l’impossibilità oggettiva di un controllo adeguato, sia talvolta, per l’esistenza ed il prevalere di logiche perverse. (…) Non credo che ci sia nessuno in quest’aula, responsabile politico di organizzazioni importanti che possaContinua a leggere “vecchi pensieri 15 (Impunitas semper ad deteriora invitat)”

vecchi pensieri 13 (Giustizia da riformare)

Giustizia da riformare Per i Greci la politica non era un passatempo, né il mestiere di qualche casta particolare. Nell’agorà non si trattavano gli interessi del Popolo con lo sguardo fisso alla poltrona ed il pensiero rivolto ai propri interessi personali. Nell’agorà si discuteva tenendo presente il bene di tutti, non solo quello dei parenti,Continua a leggere “vecchi pensieri 13 (Giustizia da riformare)”